ANA-MIA

NOI SIAMO L'INFERNO CHE AVETE DENTRO, NOI SIAMO IL SOGNO CHE NON DIRETE MAI, NOI SIAMO LO SPECCHIO CHE NON GUARDATE PER NON RICONOSCERVI.....

lunedì 17 maggio 2010

L'altra me

Avete mai pensato di essere divise in due? Io si, è come avere due personalita'.. c'è quella che piu' comunemente tutti conoscono, quel lato di te..quella maschera che indossi davanti alle persone per nascondere.. per ripararti dai tanti sguardi idiscreti. Poi c'è l'altro lato.. quello oscuro dove ti rifugi per piangere, pensare o semplicemente per trovare conforto. Spesso mi chiedo chi sono delle due?? Si puo' essere cosi' bravi da nascondere a tal punto un dolore? Quel sorriso.. quello che mostriamo a tutti è vero? o è solamente una difesa? Possono esistere due personalita' cosi' diverse in un singolo individuo? Forse non trovero' mai una risposta... Forse vorrei solo capire chi sono per capire chi devo essere. Non ho certezze non ho mai avute, forse è questo che mi fa sentire in bilico in quel tunnel senza fine.. dove fa freddo troppo freddo.. e il calore? Non c'è non esiste.. è come guardare su una parete bianca e sapere che quello è l'unico colore che vedrai mischiarsi al nero fino a tornare al grigio del tunnel.. e cosi' non si fermera' mai è questa che è la mia vita.. un continuo susseguirsi del nulla.

8 commenti:

Martina ha detto...

... penso sia normale, ognuno di noi ha una maschera per nascondere il dolore perchè si sa gli altri giudicano e non capirebbero mai quello che si puo provare, e non possiamo permetterci di raccontare le nostre debolezze e allora troviamo rifugio nel nostro mondo dove siamo veramente noi stesse!
Un bacio Marti

Rose ha detto...

Ciao è da qualche giorno che seguo il tuo blog, ossia da quando ho creato anche io il mio, e mi piace molto, mi piace come scrivi, ovviamente se vuoi puoi andare a scrutare il mio se ne hai desiderio.
A mio avviso, per quanto riguarda il fatto delle due personalità, capita spessissimo anche a me, ma credo che ognuno di noi abbia un volto sgreto che cerca di non mettere in mostra a nessuno, è ciò che vi è celato nel più profondo dell'anima, dove vi sono imprigionati i più sinceri sentimenti quali depressione, dolore, disperazione ma anche soddisfazione e amore. Per quanto possano essere così intimi magari non vogliamo che gli altri conoscano questo lato del nostro carattere così da portarci ad armarci di maschere per rendere questa profondità più sicura e solo nostra.
Rose.

JanelleV ha detto...

Anch io la penso come te...pienamente.

Veronika ha detto...

Se nelle foto dei post precedenti sei tu, sei molto bella (anche se parecchio magra); non scendere ancora, mantieniti così.
Ciao

dottor ice ha detto...

ciao, non sò quanti anni hai, ma questo non credo sia importante, è inportante invece la vita stessa, il miracolo che ha operato, e le combinazioni infinite che sono collimate insieme, e che anno portato alla vita, esistere e un miracolo, un miracolo infinito come il tempo che non ha tempo, vivere, esistere, poter interagire con il mondo (anche se è un mondo che non tiene quasi mai conto delle nostre esigenze individuali un mondo che gira troppo in fretta per il tempo a noi concesso)
poter guardare il mondo con distacco e autocritica, poter discernere il vero dal falso come le maschere che quotidianamente indossiamo, potra permetterci di liberarci dal fardello delle nostre inquietudini, essere persone libere dentro significa agire con la propria testa, significa prendere coscienza del mondo che al di la di ogni cosa e mosso da interessi, gli stessi interessi che ci condizionano la vita, ti dicono come vestire, creando così uno stereotipo da seguire e se non lo fai non sei in, ti dicono cosa mangiare, ti dicono cosa può farti bene e cosa può farti male.
APRIRE gli occhi significa prendere coscienza che nonostante tutto la vita e unica, e và vissuta nel pieno, sentire l'acqua sul viso quando piove, l'odore dell'erba appena tagliata, la risacca accarezzare lenta la battigia, assaporare l'aria umida prima della tempesta ecco queste sono cose semplici per il quale vale la pena vivere, sentirsi parte integrante dell'universo.
Vivere con serenità e lasciare che la vita ci inondi di cose positive ma anche negative, perchè la vita e anche questo ma comunque ed in ogni caso và vissuta
ciao

Roberto ha detto...

Vi odio tutte,sapere che scrivete tutto questo,che vi complimentate per cio' che uccide,cio' che mi stà portando via la ragazza che amo.

Ma ho almeno una soddisfazione,sapere che tanto,per quanto voi possiate gioire,molto presto morirete,e ovunque verrete seppellite verro' a sorridere sopra la vostra tomba,con un mazzo di fiori secchi.

Siete dei mostri,avrete cio' che meritate,la morte,ahahah...

MisteryLuna ha detto...

ti capisco perfettamente, io SONO divisa in due parti, parlo da sola spessisimo e molto spesso da il tu a qualcuno che nn c'è, me stessa, detto cosi potrei sembrare pazza ma forso lo sono. Cmq è la prima volta che entro nel tuo blog, visto che abbiamo quasi gli stessi problemi, ognuno è diverso soprattutto se pensa di essere unico, cmq fai un salto se vuoi al mio blog, non è nulla di speciale

alice ana ha detto...

Ho letto il tuo blog.. tutto..
Sto come te. Ma io non vomito.
Provo tutto esattamente quello che provi tu.
Colazione digiuno.
Pranzo digiuno.
Pomeriggio-cena-post cena abbuffata.
Poi vorrei vomitare. Ma mi sono promessa di non farlo mai più anni fa. Ma il peso aumenta aumenta aumenta aumenta. Faccio schifo. Non so gestirmi. Aiutami. :(

QUOD ME NUTRIT ME DESTRUIT

QUOD ME NUTRIT ME DESTRUIT

I 10 COMANDAMENTI DI ANA

1) Se non sei magra, non sei attraente;

2) Essere magri è più importante che essere sani;

3) Compra dei vestiti, tagliati i capelli, prendi dei lassativi,
muori di fame, fai di tutto per sembrare più magra;

4) Non puoi mangiare senza sentirti colpevole;

5) Non puoi mangiare cibo ingrassante senza punirti dopo;

6) Devi contare le calorie e ridurne l' assunzione di
conseguenza;

7) Quello che dice la bilancia è la cosa più importante;

8)Perdere peso è bene, guadagnare peso è male;

9) Non sarai mai troppo magra;

10) Essere magri e non mangiare sono simbolo di vera forza di
volontà e autocontrollo.